Le prime associazioni premiate We Love People

“WE LOVE PEOPLE” PREMIA ALL’ALÌ DI PONTE DI BARBARANO LE PRIME TRE
ASSOCIAZIONI LOCALI.
Ogni mese da Alì Supermercati 1000€ per le Associazioni di Barbarano

Giovedì 17 marzo all'Alì di Ponte di Barbarano, via del Commercio, è avvenuta la prima cerimonia di consegna del contributo di 1000€ che ogni mese Alì metterà a disposizione per il territorio di Barbarano Mossano a favore delle realtà associative che animano la città. Si chiama “We Love People” il progetto di promozione sociale che consente ai clienti di scegliere a quali progetti e associazioni locali destinare il contributo messo a disposizione dalla catena padovana di supermercati.

Ad accompagnare la prima cerimonia di consegna del contributo, l'Assessore Massimo Orso che ha ricordato l'importanza delle attività di tutte queste belle realtà associative per la comunità e la centralità del dialogo con il territorio di riferimento.

Le prime tre associazioni premiate sono state:

- ANBO (associazione naturalistica berici orientali) che, grazie ai volontari, sensibili alla cultura ambientale e naturalistica, si occupa di sensibilizzare le persone ad amare e sostenere la natura, in particolare si rivolge ai giovani organizzando escursioni nei sentieri per gli studenti. Questa prima associazione si è aggiudicata 315,20€

- ALPINI DI BARBARANO associazione di volontariato che collabora con le istituzioni Comunali e Scolastiche al fine di tramandare i valori che reggono da sempre l'Associazione Nazionale Alpini allre generazioni che rappresentano il nostro futuro. questa seconda associazione si è aggiudicata 261,20€

- FIDAS VICENZA (associazione di donatori del sangue) che sono sempre alla ricerca di nuovi donatori di sangue che sappiamo essere un grande aiuto per persone che necessitano di trasfusioni. A Fidas i clienti dell'Alìper di Barbarano hanno deciso di destinare 423,60€

Subito dopo la cerimonia di consegna del contributo sono state presentate le tre nuove associazioni entranti:

- SCUOLA INFANZIA PELLIZZARI di Ponte di Mossano che grazie alla donazione We love people spera di poter allestire un giardino ludico, per la gioia dei loro bambini.

- CARITAS BARBARANO MOSSANO VILLAGA gruppo di volontari impegnati nel supporto agli studenti universitari, che non hanno la possibilità di sostenere le spese per lo studio, si impegnano a pagare le rette, il materiale didattico e il trasporto pubblico.

- PROTEZIONE CIVILE sempre in prima linea per aiutare la popolazione. Grazie a questo progetto si pongono l'obiettivo di acquistare un carrello per il trasporto di beni di prima necessità.

Questo progetto spiega il Presidente di Alì Francesco Canellaci consente di dare ascolto e un piccolo sostegno concreto alle attività delle associazioni che animano il territorio. Ogni mese tre nuove associazioni possono candidarsi e presentare i propri progetti, mentre i clienti e la comunità hanno la possibilità di intervenire in prima persona per decidere quali organizzazioni aiutare e quali progetti finanziare. È un’iniziativa in cui crediamo e che continueremo a portare avanti”.

"Grazie a We Love People le associazioni del territorio ma anche le realtà del terzo settore che contribuiscono alla qualità dei servizi e del vivere quotidiano, possono farsi conoscere ed apprezzare per quello che fanno. - afferma Massimo Orso, Assessore alle politiche sociali del Comune di Barbarano Mossano - L'amministrazione comunale di Barbarano Mossano ha fin da subito favorito l'iniziativa per riattivare un associazionismo che da due anni soffre un divieto di socialità imposto dalle norme sanitarie, mettendosi a fianco di un importante gruppo come Alì che in questa ma anche in altre occasioni dimostra una spiccata sensibilità e attenzione verso le persone e il territorio dove è presente. Con We Love People i clienti Alì saranno ancora più consapevoli che l'area Berica è ricca di associazioni che rappresentano un'importante tradizione fondata sulla solidarietà e il volontariato, un patrimonio da sostenere e premiare sempre."

Attivato nel 2011 e operativo in 30 punti vendita del gruppo in diverse province del Veneto e dell’Emilia Romagna ( l'Alì di Casalserugo, l'Alì di Monselice, l'Alì di Rubano, l'Alì di Tencarola, l'Alì di Tombelle, l'Alì di Chiesanuova, l'Alìper di Piove di Sacco, l'Alì di Limena via F.lli Cervi, l'Alì di Saonara, l'Alì di Montagnana nel padovano, l'Alìper di Cavarzere, di Favaro Veneto via Altinia, di San Donà di Piave via Dante, di Mestre via Sforza, nel veneziano, l'Alì di Istrana, di Mogliano Veneto, di Treviso Santa Bona, di Zero Branco, di Resana, di Onè di Fonte e di Conegliano via Maggiore Piovesana nel trevigiano, di Cusinati di Tezze, Camisano Vicentino, Dueville, Barbarano Mossano e di Rossano Veneto nel vicentino, infine l'Alì di Ostellato, di Tresigallo, di Copparo e di Bologna per l'Emilia Romagna ), il progetto ha già portato 2160 associazioni delle due Regioni a beneficiare del contributo di Alì Spa, che oggi ammonta a 735.000 €.